Le ricette di Elisa: Ftira Maltese

Di tutte le cose, la semplicità è la più difficile da imitare …

ftira

Quando si  inizia a parlare di un luogo bisognerebbe sempre cominciare  dal cibo perché è proprio dalla sua tradizione culinaria e gastronomica che si deducono: il clima, la cultura, la religione, la storia, gli usi e i costumi di un popolo..

Ed è proprio dalla Ftira maltese che voglio raccontare ,di un piatto che non si può chiamare piatto, ma “pasto” perché è il re dello streetfood, sfama e soddisfa qualsiasi palato in ogni momento della giornata a seconda che sia grande media o piccola, la si trova ovunque  e ovunque qui la sanno fare buonissima, mai mediocre, sempre e solo buonissima. E’ una preparazione genuina e completa, il giusto apporto di calorie e nutrienti per appagare il corpo e lo spirito nelle lunghe giornate estive mentre si esplorano queste due piccole gemme del Mediterraneo: Malta e Gozo.

La Ftira maltese non è altro che un panino con gli ingredienti più mediterranei che riusciresti ad immaginare. Non va sminuita nella sua semplicità, ma anzi, bisogna saperla fare!!! E soprattutto utilizzare ingredienti di prima qualità mixati con il giusto equilibrio. Il segreto sta proprio qui …

INGREDIENTI

1 bagel (pane ciambella piccolo) fatto in casa ,ma se non lo troviamo va benissimo una ciabatta purchè sia pane fresco, morbido dentro e croccantissimo fuori.

1 scatoletta piccola di tonno mediterraneo

1 pomodoro che sappia di pomodoro

Cipolla di tropea quanta ne volete

5/6 capperi o fiori di cappero di ottima qualità

5/6 olive denocciolate

Origano QB

Olio EVO

2/3 foglie di basilico

Sale, pepe QB

2 cucchiai di conserva di pomodoro fatta in casa

 

PREPARAZIONE

Partiamo dalla  preparazione del gran mischione mediterraneo: ci servirà una terrina dove versare mano a mano tutti gli ingredienti preparati.

Iniziamo tagliando i pomodori a dadini dopo averli privati di semi e acqua di vegetazione.

Aggiungiamo ora  la cipolla che avremo tagliato finemente.

Uniamo i capperi dissalati, il tonno sbriciolato e le olive.

Olio, sale, pepe, origano e basilico sminuzzato vanno a condire il tutto. (Occhio al sale, ne basta poco dato  che ci sono i capperi!)

Mescolare molto bene, coprire con una pellicola ermeticamente e lasciare riposare almeno mezz’ora a temperatura ambiente, ma non più di due ore altrimenti il basilico e i pomodori perderebbero la loro fragranza.

E’ arrivato il momento di farcire la vostra Ftira!

Tagliate in orizzontale il vostro pane ed eliminate scavando con le dita un po’ di mollica da ciascun emisfero.

“Sporcate” ora le due parti interne del pane  con la passata di pomodoro: devono risultare bagnate, non zuppe!

Riempite ciascuna cavità del vostro pane con il gran mischione e chiudete.

Il tocco dello chef qui è qualcosa che supera tutte le arti culinarie stellate  del pianeta: il profumo del mare e della macchia mediterranea… nient’altro! La Ftira non ha senso se non è avvolta da questi profumi. Godetevela  in riva al mare e mentre mangiate pensate che tutti gli ingredienti provengono da qualche parte lì intorno a voi …

Impagabile!

Elisa Binetti

 

Annunci

One thought on “Le ricette di Elisa: Ftira Maltese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...