Gli Occhi della Dea …

La simbologia si dimostra da millenni un potente mezzo per diffondere informazioni spesso in maniera celata e ambigua: quello che crediamo essere un messaggio chiaro e preciso può invece indicare tutt’altro.

Altre volte, quelle che potremmo definire come banali decorazioni o espressioni d’arte celano possono essere in realtà potenti simboli millenari.

Un esempio?

Siamo davvero sicuri che lo stile dei capitelli classici detto ‘ionico’ sia semplicemente appunto uno stile architettonico?

E se invece fosse una rappresentazione degli Occhi della Dea?

confronto tra statuetta mesopotamica, doppia spirale in un sito neolitico sardo e capitello ionico
Confronto tra antica statuetta mesopotamica, doppia spirale in un sito neolitico sardo e capitello ionico

 

L’argomento viene ampiamente trattato nel libro “Misteri di un antichissimo culto – La Dea e il Toro”