Un esempio di cart ruts al 'Clapman Junction', Malta
Un esempio di cart ruts al ‘Clapman Junction’, Malta

Sulle isole di Malta e Gozo è possibile trovare, specie nelle zone rimaste più ‘selvagge’ dei curiosi solchi (detti solchi di carro, in inglese ‘cart ruts’) scavati nella roccia che ci appaiono come veri e propri binari. Sono sempre paralleli tra di loro e grosso modo alla stessa distanza. Alcuni sono rettilinei, altri curvi; in alcuni punti si incrociano a decine creando dei veri e propri ‘snodi ferroviari’ come nel ‘Clapman Junction’ così chiamato proprio perchè ricorda il celebre snodo londinese.

La loro origine e funzione è ancora ignota, e a tal proposito sono state avanzate molte ipotesi ma nessuna spiega in maniera completa e definitiva il curioso fenomeno.

L’aspetto più enigmatico riguarda la loro età: alcuni li collocano nel periodo ‘fenicio’ dell’isola, altri li retrodatano al periodo ‘templare’ in pieno Neolitico. E’ però inquietante rimarcare il fatto che alcuni solchi siano sommersi  ed altri addirittura terminano su precipizi in presenza di rotture di faglia, a sottolinearne la vetusta età.

Sono forse testimonianze di un’antichissima civiltà perduta?

Alcuni solchi di carro sono presenti anche nel sud Italia, Sicilia ed ovviamente anche in Sardegna.

 

L’argomento viene ampiamente trattato nel libro “Misteri di un antichissimo culto – La Dea e il Toro”